Vorresti saperne di più sui criceti dorati?

Cosa piace ai nostri animali?

Scegli le tre risposte corrette












Criceti dorati

Vivo negli orti e nei campi di cereali della Siria e della Turchia sudorientale. Difendo sempre il mio territorio quando altri criceti cercano di avvicinarsi alla mia tana e per questo motivo devo essere tenuto da solo. Sono attivo soprattutto di notte; questo è il momento in cui scavo profondi tunnel e raccolgo il cibo che nascondo poi in una tana per fare provviste.

Nome:Criceto dorato
Provenienza:Siria e Turchia
Dimensioni:16-18 cm
Peso:80-150 g
Vita media:2-3 anni
Caratteristiche:Solitario, gli piace scavare, fa raccolta di provviste

Gabbia

La mia casa ideale è un posto dove posso scavare profondamente. Sarebbe bello poter scavare fino a 30 cm di profondità o ancora di più. Una buona lettiera è formata da trucioli, terra o sabbia umida. La gabbia dovrebbe essere lunga 120 cm, larga 60 cm e alta 60 cm; inoltre deve essere asciutta e pulita e contenere nascondigli, come tubi, rami cavi o radici.
Quando posso scavare tane veramente profonde, non ho bisogno di una casa per criceti, preferisco costruire buchi sotterranei. Mi piace girare sulla ruota, ma su una che sia senza raggi e pioli e con un diametro di almeno 27 cm perché altrimenti rischio di ferirmi gravemente. Mi piace inoltre salire su scalette che puoi costruirmi tu con rametti freschi.
Adoro fare i bagni di sabbia; per questi bagni dovresti comprare sabbia speciale per cincillà che puoi trovare in qualsiasi negozio zoologico.
Attenzione: dovrei avere sempre un oggetto da rosicchiare, come ad esempio i rami di alberi e arbusti non velenosi (alberi da frutto, faggio, nocciolo, betulla), altrimenti non posso limare i miei denti e mi ammalo.

Alimentazione

Adoro mangiare semi di cereali e ogni tanto anche un po’ di formaggio fresco in fiocchi, carne macinata magra, gamberetti essiccati o larve della farina. Ogni tanto mi piace mangiare anche un po’ di frutta e verdura. Ma non mi dare troppo cibo, soprattutto non una quantità eccessiva di noci e semi grassi, altrimenti ingrasso troppo.
Ovviamene abbiamo bisogno anche di acqua fresca.
Come detto prima, faccio provviste di cibo, ma alcuni resti ogni tanto rimangono lì e marciscono. Perciò controlla che nella gabbia non ci sia cibo andato a male.

Noi tra di noi

Io sto bene da solo! Non vado d’accordo con gli altri criceti e perciò ho bisogno di una gabbia tutta mia. I miei parenti, i criceti russi ad esempio, sono diversi perché a loro piace vivere in compagnia. Di giorno non voglio essere disturbato, di notte, mi sveglio e divento superattivo. Perciò non dovresti tenere la gabbia nella tua cameretta, altrimenti non riesci a dormire.

lo e te

Non sono un peluche e non mi piace essere accarezzato o preso in mano dalle persone. Se ti prendi cura di me e mi dai quello di cui noi criceti abbiamo bisogno, potrai scoprire che siamo animali davvero interessanti. Posso acquistare fiducia al punto tale da mangiare dal palmo della tua mano. Ma devi capire la mia lingua. Se gonfio le tasche guanciali, mi devi assolutamente lasciar stare. Se mi corico sul dorso, non significa che voglio essere accarezzato, ma sono in posizione di difesa: quindi, fai attenzione, altrimenti mordo! Mi piace se attorno a me regnano il silenzio e la tranquillità.

I nostri antenati selvatici

I miei parenti selvatici vivono negli orti e nei campi di cereali della Siria e lì trascorrono le giornate scavando tane che possono raggiungere anche una lunghezza di 2 m e una profondità di 80 cm. Dato che lì spesso non c’è molto cibo, ogni criceto scaccia via l’altro che si avvicina per rubargli le provviste. Le tane dei singoli criceti distano almeno 100 m l’una dall’altra.
I criceti devono percorrere lunghi tragitti prima di trovare abbastanza cibo. Una volta trovato, lo infilano nelle tasche guanciali e lo portano al sicuro nelle loro tane.